Il linguaggio

Linguaggio

 

Lo sviluppo del linguaggio è un processo lungo e non avviene in tutti i bambini con i medesimi tempi.

Ogni bambino, fin dalla nascita, ha un modo di comunicare che è unico e diverso da quello degli altri bambini. Inizialmente il suo modo di esprimersi non passa attraverso le parole, ma attraverso il pianto, il sorriso, lo sguardo, i movimenti corporei e le espressioni del viso. Anche la mamma ma gli adulti più in generale comunicano con lui non solo attraverso le parole ma anche tramite il tono della voce, i gesti e le canzoncine.

Pian piano il bambino inizia con i primi vocalizzi per poi passare a vocali e consonanti insieme: questo è il periodo della lallazione che solitamente inizia intorno al sesto mese. In questo modo, il bambino si esercita con il linguaggio, con i tempi, le diverse tonalità e le pause; è importante incoraggiare e assecondare il bambino in questi primi discorsi, facendo finta di capire e rispondendo ai suoi suoni.

Lentamente il bambino inizierà a ripetere qualche parola, solitamente legata alle cose che gli sono più familiari. In tal modo cercherà di imitare il linguaggio degli adulti, anche se ogni tanto inventerà delle parole. Queste prime parole spesso condensano il significato di un’intera frase.

Gradualmente la precisione aumenterà così come aumenterà il numero di parole (intorno ai 2 anni il bambino padroneggia circa cinquanta parole) e arriveranno le prime frasi anche se con un significato ancora molto condensato. Le parole e le frasi di cui comprende il significato saranno, tuttavia, ben più numerose di quelle che utilizza.

Con il tempo le frasi diventeranno sempre più lunghe e complesse ma non sempre saranno corrette dal punto di vista grammaticale.

È importante iniziare fin da subito a parlare con il vostro bambino, a leggergli libri che siano indicati per la sua fascia di età e a cantargli canzoncine. Se il bambino prova a rispondervi, lasciategli il tempo per farlo e se dice qualcosa in maniera non corretta, ripetetegliela nuovamente cercando di dare enfasi a ciò che state comunicando. È importante parlare in modo chiaro e associare, laddove possibile, il vocabolo all’oggetto.

Ricordate però che ogni bambino ha i suoi tempi e alcuni fattori possono ritardare l’acquisizione del linguaggio; tra questi bisogna ricordare il bilinguismo. Il bilinguismo richiede, infatti, un maggiore sforzo di apprendimento e pertanto i bambini inizieranno a parlare più tardi. La lingua che utilizzeranno per prima sarà quella che sentiranno maggiormente; l’altra lingua, seppur siano già in grado di comprenderla, verrà utilizzata solo in un secondo momento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...