La mia esperienza di mamma: io ci sarò sempre.

Qui di seguito riportiamo una racconto sull’esperienza della maternità. Nel rispetto della privacy, i nomi, i luoghi e ogni altro dato che potrebbe contribuire a rendere riconoscibile la persona sono stati omessi e per riferirci al bambino utilizzeremo il maschile.

Chiunque voglia regalarci il racconto della sua esperienza della maternità o della paternità può farlo inviando il testo con una mail a: dabimboamamma@gmailcom. Rispetteremo la sua privacy come abbiamo fatto con tutte le storie pubblicate.

Il titolo è stato aggiunto da dabimboamamma per questioni organizzative prendendo spunto dal testo.

La mia esperienza di mamma: io ci sarò sempre.

In ospedale era tutto così facile, avevi chi ti aiutava, chi ti consigliava, chi si occupava di te e del bambino, poi arrivi a casa e le cose cambiano.

Ti ritrovi da sola, sei stanca, confusa, non sai come fare, non sempre ti senti sostenuta a sufficienza ma devi andare avanti. Il tuo piccolo dorme poco, troppo poco. Sei a pezzi, pensi di non avere abbastanza latte, di non essere una buona mamma e poi non hai le forze ma i giorni passano e il tuo bimbo cresce.

Quanta apprensione ogni volta lo pesi; quel valore impresso sulla bilancia ti sembra sempre un giudizio su di te. Il bebè però cresce e molto lentamente inizia a dormire un po’ di più, tu hai imparato a sintonizzarti sui suoi ritmi e questo ti rende la vita più facile. Ogni mattina ti svegli e lo cerchi per accertarti che il sogno della tua vita non sia svanito e una mattina lui ti saluta con un sorriso. Ti si riempie il cuore di gioia, un sorriso così non lo vedrai mai nella tua vita!

Lo vedi crescere e lo accompagni nei suoi primi traguardi: inizia a stare seduto da solo, le prime pappe, i primi vocalizzi, i primi oggetti afferrati. Il tempo sembra volare, non credevi alle altre mammee che ti avevano avvisato ma ora tocca a te. In breve inizia a gattonare e in meno che non si dica prova ad alzarsi e poi fa i primi passi….quanta emozione! La sua prima parola, “mamma” e tu che con gli occhi umidi ti senti la donna più fortunata al mondo. Spunta un dentino, seguito da un altro e un altro ancora, crescono i capelli e lo vedi cambiare giorno dopo giorno.

Ti volti indietro e analizzi quanta strada abbia fatto, poi pensi al futuro, a tutte le nuove esperienze e le nuove avventure che incontrerà e ti dici “io ci sarò sempre, sarai sempre il mio bambino!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...