Una notte da leoni ovvero come non dormono le mamme.

Una notte da leoni ovvero come non dormono le mamme.

Leggi da diverse parti che i neonati possono dormire fino a 20 ore, certo non pretendi che dormano 20 ore di fila ma almeno qualche ora….e invece no!

Benvenuta nel folto gruppo delle mamme la cui notte si trasforma in una notte da leoni!!!!

 

Mio figlio fin da subito ha deciso che dormire non faceva certo al caso suo. Di notte si svegliava un’infinità di volte che ho perso il conto di quante fossero ma sicuramente tante e riuscire a dormire un’ora di fila era già un lusso; di giorno la situazione non migliorava molto. In tanti mi dicevano “vedrai che dopo i primi 30 giorni dormirà di più” e io ogni notte contavo quanti giorni mancassero alla fatidica scadenza ma nulla è cambiato. Allora, non se per rincuorarmi e per prendermi in giorni, mi venne detto “dopo i 3 mesi dormirà di più” e allora io, speranzosa più che mai, ho ripreso il conto alla rovescia ma anche qui nessun cambiamento. Certo, con il passare dei mesi, magari riusciva anche a dormire due ore di fila ma nulla più. Il nuovo traguardo, mistificato da tanti come la risoluzione del problema sonno, diventò allora i 6 mesi ovvero l’inizio dello svezzamento. Anche qui niente di nuovo sul fronte nanna!

A questo punto ho smesso di credere a tutti coloro che davano i numeri sull’età in cui mio figlio avrebbe iniziato a dormire tutta la notte. E sono passata a diverse strategie per cercare di farlo dormire tutta la notte, su consiglio di pediatri, parenti e amici. Eccone alcune, elencarle tutte sarebbe troppo lungo:

  • Dargli più cibo a cena: lui mangiava tranquillo ma a livello di sonno nessun miglioramento.
  • Farlo addormentare da solo: è la prima di una serie di strategie che hanno nel sadismo il minimo comun denominatore. In preda alla disperazione ho provato anche questa ma a parte farlo piangere disperatamente per addormentarsi, e io con lui, nessun risultato….strategia abbandonata e archiviata definitivamente! Se tornassi indietro non la userei mai.
  • Farlo piangere: seconda delle strategie sadiche. Anche in questo caso le sue lacrime si accompagnavano alle mie, e credo anche a quelle dei vicini! Nessun cambiamento nelle sue abitudini in fatto di nanna e tanta sofferenza per tutta la famiglia (orecchie comprese). Da non riprovare.
  • Biberon prima di andare a dormire: sia che bevesse poco latte sia che lo finisse, la sua nanna continuava a essere interrotta dai risvegli.
  • Biberon di acqua o di latte nella notte: quasi mai bevuto e non ha avuto ripercussioni sul sonno.
  • Tisane, camomille, …: non le beve, non sono di suo gradimento!
  • Coprirlo e scoprirlo di più: a seconda della stagione abbiamo fatto anche questo; risultati? Nessuno.
  • Farlo stancare maggiormente nel corso della giornata: fatto diverse volte! Neppure quando saltava il pisolino pomeridiano dormiva tutta la notte.
  • Rituale prima di andare a dormire: ne abbiamo diversi che ripetiamo tutte le sere (leggere un libro, canzoncine, coccole, dondolare il lettino,…) ma lui continua a svegliarsi di notte.
  • C’è addirittura qualcuno che mi ha consigliato di dargli dei sonniferi: non l’ho mai fatto e mai lo farei. Gli psicofarmaci non devono assolutamente essere somministrati ai bambini, in nessun caso!!!!!!
  • Metterlo nel letto con noi: forse si sveglia un po’ meno ma continua a svegliarsi.

Giunti a questo punto non ci resta che una cosa da fare: vivere questa situazione con serenità e nei momenti di difficoltà ripeterci il mantra “prima o poi dormirà tutta la notte”.

 

Potrebbe anche interessarvi l’articolo Sonno https://dabimboamamma.wordpress.com/2014/03/23/sonno/

 

Annunci

3 pensieri su “Una notte da leoni ovvero come non dormono le mamme.

  1. Sembra il ritratto del mio 🙂 sonno spezzato da sempre, anche dopo i 12 mesi, comunque molto meglio, da qualche mese dorme tutta la notte, ma se non sta bene, lo capiamo subito perché si sveglia 350 volte. Al nido si stanca molto e anche questo ha aiutato a regolare il suo ritmo sonno veglia…a proposito, il mio bimbo ha ormai 21 mesi 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...